mercoledì 17 febbraio 2016

Sono morti (di nuovo) i Re dei Sepolcri

La mia "carriera" di giocatore di pupazzi è stata piuttosto strana. Iniziai a giocare con gli Specialist Games, Epic Space Marine per essere preciso, una branca di giochi considerata per i veterani. Quei modellini in 6 mm mi aprirono un mondo. 


Anni dopo, durante una edizione del Lucca Comics and Games, trovai il battaglione dei Re dei Sepolcri in offerta (ebbene si, c'erano le offerte a Lucca!). Dopo aver sperimentato tutto quello che la Specialist poteva offrire mi dissi che era da provare... in fondo i modelli erano scontanti, belli, e potevo sempre andare a giocare in negozio no?

In vita mia non ho mai giocato in un negozio, ma tralasciando questo particolare con i Re dei Sepolcri iniziai a entrare in quello che era il principale mondo Games Workshop. 

Che dire, non ero un appassionato del concetto di Non morti, ma i Re dei Sepolcri erano diversi. Non erano un gruppo di esseri malvagi che desideravano la distruzione del mondo, erano stati maledetti dalla Non Morte a causa di Nagash. E lo avevano combattuto, vincendo e perdendo, erano una forza che non si era piegata al Supremo Necromante. Per la GW avere due eserciti di Non Morti doveva essere impegnativo, lo capisco. Inoltre dove i Conti Vampiro hanno sempre avuto un buon successo di pubblico, i Re dei Sepolcri non hanno mai fatto tanta presa, rimanendo una nicchia che probabilmente aveva smesso di essere conveniente.

Oh la GW ci ha provato eh... non mi fraintendete, hanno fatto il possibile, specialmente con gli ultimi modelli, a dir poco strepitosi. Ma agli utenti il modello strepitoso interessa fino a un certo punto, specialmente se non ha regole altrettanto strepitose.

Ad ogni modo siamo arrivati, i modelli dei Re dei Sepolcri sono stati messi tra quelli che non verranno più stampati, e parliamo di modelli nuovi, come la Necrosfinge o i Cavalca serpenti... Pazienza. E' tanto tempo che stanno in vetrina a prender polvere, sicuramente potevo usarli di più prima.

Certo, mi potreste dire che c'è Age of Sigmar. Che nemmeno mi spiace troppo, ma non è fatto per loro. Se gioco mi piace che ci sia ambientazione, e in quella di Age of Sigmar non c'è spazio per i Re dei Sepolcri. Potrei giocare al vecchio regolamento? No grazie, il passato deve rimanere esattamente dov'è, inoltre non avrebbe senso obbligare i miei amici a giocare a un gioco vecchio..,
Kings of war? Ho scoperto che è un'alternativa valida, ma se lo iniziassi probabilmente coglierei l'occasione per iniziare un progetto nuovo. 

E quindi dico addio ai miei Re dei Sepolcri. Potrei tirarli fuori per qualche occasione, in fondo mica li butto... Ma sinceramente non lo vedo probabile in tempi brevi. Quindi addio ai Re del deserto Infinito, si chiuda la piramide, aspettando giorni migliori...


1 commento:

  1. Capisco quello che dici... Ho sempre ammirato i Re dei Sepolcri, perchè hanno un fascino tutto suo. Ma purtroppo sono sempre stati una nicchia della GW. In tutti i tornei di Warhammer ho perfino visto un paio di persone vincere gli RTT, ma si sono fatti davvero un culo tanto!
    Questo Age of Sigmar è ambiguo... Da quando è uscito sto sentendo un sacco di critiche al BG. Questo dimostra che l'ambientazione fa davvero tanto...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...