sabato 5 giugno 2010

Diario di Gioco 41

E' caduto un mito. Finalmente, dopo tante partite... ma andiamo con ordine.
Partita a Space Hulk, di nuovo la prima Missione Suicida, di nuovo partita doppia, prima come Genoraptor poi come Marines. 
Nella prima partita il mio avversario parte con la consolidata strategia classica, Marine in copertura dietro, Sergente in avanscoperta, Lanciafiamme al coperto e il resto alla bisogna.

Da Giocando 2010

La missione inizia bene per il Marine, i primi turni gli arridono con una quantità di punti comando a disposizione non indifferente che gli consentono di avanzare velocemente, portando il Sergente Lorenzo fin troppo avanti a mio avviso. La mia tattica in questo caso fu quella di mettere i Blip più numerosi nel corridoio a nord in modo da bloccare l'accesso della porta, e spargere gli altri per mettere pressione. Quando Lorenzo arriva alla porta si trova davanti qualcosa come sette Genoraptor, pronti alla pugna. Il valente Sergente non si scompone e rimane in guardia, e in effetti nel mio turno li massacra tutti... Va bene avere i poteri, ma a volte... vabbè, per mia fortuna non riesce ad avanzare troppo, e commette un errore, ovvero dare fuoco a una sezione e mettere in guardia un Marine sfruttando due punti comando preziosissimi...


Da Giocando 2010
Preziosissimi perché FINALMENTE gli si inceppa l'arma al Sergente Lorenzo, cosa che mi concede la possibilità di far morire altri Genoraptor in corpo a corpo, ma che alla fine si paga con la morte del valorosissimo comandante... Da quel momento per i Marine iniziano i guai, la necessità di ripiegare e di dar fuoco alle sezioni per fermarmi mi offre le aperture per uccidere i Marine uno a uno, fino all'inevitabile fine del Lanciafiamme, che addirittura preferisce tentare (fallendo) il corpo a corpo piuttosto che sprecare l'ultimo  prezioso colpo.


Avendo fatto la partita in una mezz'oretta decidiamo di ripeterla a parti invertite. Questa volta, memore della bruciante sconfitta causa clessidra della precedente Missione, decido di agire di prepotenza.
Inizio con la tattica classica, anche se inizio subito male pescando 1 punto comando, che però ripeto pescandolo di nuovo... eh si... i poteri...
Metto il marine in copertura, avanzo col Sergente, dietro il Lanciafiamme e Marine a coprire le necessità. Nel turno del Genoraptor i blip alle spalle provano ad avanzare, e al primo tiro inceppo l'arma. Pazienza, non arrivano in contatto e nel mio turno, manovrando le riserve, riesco a sopperire.
Continuo la mia avanzata, con pochi punti comando che devo conservare... eh si, almeno due a turno, per una idea che mi era venuta... arrivo al gomito malevolo, e incredibilmente il Sergente Lorenzo conferma l'ottima performance della partita precedente, massacrando i Genoraptor che gli si avvicinano troppo.
Nel suo turno avanza e io inceppo entrambe le armi al primo colpo... e non posso usare i punti comando, che mi servono per altro...
Vabbè, riesco comunque a gestire la cosa, Lorenzo avanza ripulendo il gomito e entra nel corridoio, con il Lanciafiamme dietro e i Marine che si avvicinano.
Inceppo nuovamente le armi, Lorenzo viene ucciso e... il Lanciafiamme spara! Mi sono tenuto ogni volta due punti per poter sparare nel momento in cui Lorenzo fosse caduto, ben deciso ad avanzare a colpi di lanciafiamme, a patto che i miei compari mi coprissero le spalle... purtroppo non ci riescono, e mi trovo presto circondato.


Da Giocando 2010

Come amo però ripetere, la resa non è una opzione, e la pesca dei punti comando mi sorride sfacciatamente con un ricco sei!
Avanzo con il lanciafiamme sparando alla sezione di corridoio e a quella di incrocio, delegando al marine dopo di lui il compito di eliminare il Genoraptor, a qualsiasi costo, compito che porta a termine con brutale efficacia. Il marine dietro si gira per coprire il corridoio, poche vitali caselle...
Che non riesce a coprire, mancando il Genoraptor solitario che lo uccide, ma che perde nel farlo la preziosissima casello che gli permetterebbe di raggiungere il mio Lanciafiamme!
Ultimo turno, chiudo i giochi. Incuranti della propria salvezza, il Marine avanza verso la porta, la apre e entra nella stanza, in cui il Lanciafiamme getta l'ultimo colpo, purificando la stanza e vincendo finalmente questa Missione! Ciliegina sulla torta il Marine nella stanza sopravvive alle fiamme.


Da Giocando 2010

Partita vinta quindi con Lorenzo eletto a furor di popolo Uomo partita, con la pesca dei sei punti comando come punto di svolta, che mi ha permesso di far fuoco in entrambe le sezioni assicurandomi il colpo finale, con alterne fortune ma di cui questa volta non posso proprio lamentarmi.

1 commento:

  1. Bel resoconto! A quando una partita tra noi a Space Hulk? ^__^

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...